Galleria Gracis

CONTATTI 

Piazza Castello 16 – Milano

Tel. 02877807

 E-mail: gracis@gracis.com

 www.galleriagracis.com | www.photoandcontemporary.com 

Inaugurazione  11 Ottobre  h. 18.00 / 19.00

12 Ottobre h. 12.00 / 19.00

13 Ottobre h. 12.00 / 18.00

Visita con il curatore  Valerio Tazzetti

Alla scoperta di Georges RousseRecent site specific works 
 


Le fotografie di Georges Rousse nascono dagli interventi pittorici realizzati dall’artista in luoghi abbandonati: ambienti deserti che riacquistano una nuova dimensione attraverso la decostruzione, l’installazione, la pittura e la fotografia.
Ciò che appare nelle immagini di Rousse è in sostanza un’anamorfosi: la scena in deformazione prospettica permette una visione corretta da un unico punto di vista, quello dell’obiettivo fotografico. Da un lato l’artista riscopre e si appropria di luoghi abbandonati, dall’altro li trasforma in uno spazio virtuale offerto al sogno e alla riflessione.
Il curatore della mostra Valerio Tazzetti illustrerà l’approccio creativo di Rousse, che realizza l’opera in due momenti inscindibili: pittura e fotografia.
La prima rimodella gli spazi, la seconda rivela questa nuova realtà in cui, nella bidimensionalità, si fondono ambiente originario e illusione pittorica.

BIOGRAFIA

GALLERIA GRACIS


Un sofisticato connubio tra arte moderna e contemporanea identifica l’attività della Galleria Gracis che, fin dalla sua nascita, propone opere di raffinata qualità attingendo a un ambito internazionale. Presente sul mercato dell’arte dal 1959, originariamente nel settore dell’antiquariato, l’attività della galleria si è progressivamente orientata all’arte pittorica del Novecento, accreditandosi definitivamente nel moderno con l’apertura nel 2015 della sede londinese M&L Fine Art.
Galleria Gracis avvia la stagione autunnale con una nuova “contaminazione” che apre lo spazio di Piazza Castello a sempre differenti visioni dell’arte sul mondo: dopo la travolgente pittura di Aldo Mondino, che ha inaugurato ad aprile la sede ampliata e rinnovata, e la delicata materia delle ceramiche di Fausto Melotti, è ora la volta di Georges Rousse con la personale allestita a Milano da Photo&Contemporary a cura di Valerio Tazzetti.
14 opere tra fotografie e acquerelli dell’artista francese, rappresentante della photographie plasticienne, sono in mostra dal 27 Settembre al 18 Ottobre.
L’allestimento costruisce una successione di “architetture impermanenti”, spazi virtuali scoperti, decostruiti, trasformati e interpretati dall’artista in un connubio tra pittura e fotografia: una promenade sorprendente e onirica alla riscoperta di luoghi abbandonati e ricostruiti “in un altro tempo e un altro spazio”.